19 settembre 2013

Il Boccalone si presenta.

Benvenuti al Boccalone.

Se siete arrivati fin qui ci possono essere soltanto due spiegazioni:


a) siete incalliti pescatori, oppure


b) avete un debole per Animal Crossing: New Leaf, uscito per Nintendo 3DS in Europa il 14 Giugno di quest'anno solare, ultimo capitolo del franchising di videogiochi Animal Crossing.


Nel primo caso girate i tacchi, avete sbagliato. Altrimenti continuate pure a leggere.


In questo sito (che è un modo più altisonante per dire "blog") ci occuperemo di tutto quel che concerne Animal Crossing: New Leaf, in maniera più o meno scientifica, giornalistica, giocosa, divertita, ironica, sarcastica, sardonica e occasionalmente malvagia. Sono un bel po' di aggettivi, in effetti, ma cercheremo di tener fede a quanto promesso.



Il signor Resetti ha assolutamente ragione.

Se volete, potete concedervi una pausa per raccogliere il respiro e i vostri pensieri. Fatto? Ok.

Ora, perché chiamare un blog che parla di un videogioco "Il Boccalone"? E' presto detto.

Chiunque abbia passato qualche ora in compagnia di New Leaf, o di una delle sue precedenti iterazioni, avrà senz'altro familiarità con un certo pesce: il boccalone, appunto. E' un pesce molto comune all'interno del gioco, ed è possibile pescarlo a ogni ora del giorno, in tutti i periodi dell'anno. Per questo, il nostro simpatico boccalone popola ormai gli incubi di migliaia di giocatori in tutto il mondo. E non importa se lo si chiami black bass, all'americana, oppure burakku-basu, come lo definiscono gli amici nipponici... il boccalone è un pesce che avete pescato mille volte e altrettante lo pescherete.

E' fastidioso, in effetti. Ma è un simbolo del gioco, ed è immediatamente riconducibile a infiniti pomeriggi trascorsi a pescare in New Leaf nella speranza di catturare quell'unico pesce stagionale che vi manca e riempendo invece il cesto di stramaledetti boccaloni.

Ok, le spiegazioni sono finite, al prossimo post per una fantastica recensione di Animal Crossing New Leaf.

Il corsivo su "fantastica" l'ho usato di proposito per rimarcare il concetto.

Nessun commento: